venerdì 26 agosto 2016

#AMAtriciana

Buongiorno!

Come ben sapete lo scorso giovedì 24 agosto l'Italia è stata colpita dall'ennesimo sisma. Il terremoto, di intensità 6.0, ha interessato l'area tra il Lazio, l’Umbria e le Marche ed ha causato un numero di vittime in costante aggiornamento. Da un ultimo dato della Protezione Civile abbiamo: 267 morti, 207 dei quali ad Amatrice, 49 ad Arquata e 11 ad Accumoli. I feriti passati per gli ospedali di Lazio, Umbria e Marche sono 387, ma si sta verificando quanti ancora siano ospedalizzati. Fino a ieri sono state 238 le persone estratte vive dalle macerie: ai 215 salvati dai Vigili del Fuoco, si devono infatti aggiungere 23 tratti in salvo dal Soccorso Alpino. 
La terra continua a tremare. Dopo l'ultima forte scossa di magnitudo 4.8 alle 6:28 di questa mattina, è stato chiuso il Ponte a Tre Occhi sulla strada regionale 260, importante via di accesso verso il comune di Amatrice anche per i soccorsi.
"Amatrice è da radere al suolo completamente", ha ammesso il sindaco della cittadina distrutta Sergio Pirozzi, che ha confermato all'ANSA come non ci sia più nessun edificio nel centro storico che sia possibile restaurare e salvare. A parte la chiesa romanica di S.Francesco, tutto il resto non c'è più. "Ma come ho già detto ieri - ha ammesso Pirozzi - vorremmo ricostruirlo nello stesso posto, magari con la stessa forma e con la stessa estetica".
Amatrice, Accumoli, Pescara del Tronto: interi paesi spariti nel nulla. Paesi che contano pochi residenti come il mio.
Intorno alla fine del 1800 anche Lemna di Faggeto Lario (CO) franò e il paese smise di esistere con tutti i suoi abitanti. Nei racconti dei nonni c'era la tristezza.
Oggi, per tutti coloro che si trovano senza un tetto, senza il nulla, solo la speranza di tornare presto ad una vita, c'è un’iniziativa, ideata e lanciata dal blogger Paolo Campana, che ha saputo raccogliere consensi ed unire addetti ai lavori, appassionati e cittadini che vogliono contribuire in maniera attiva per aiutare le popolazioni colpite dal sisma: AMAtriciana unisce ristoratori e clienti per donare 2 € alla Croce Rossa Italiana permettendole di sostenere in maniera tangibile chi ne ha bisogno.

venerdì 5 agosto 2016

Cerchi freschezza, comodità e gusto? Allora stai #incucinaconquomi

Buongiorno!

Oggi vi voglio parlare di Quomi perché proprio oggi ho fatto l'esperienza #incucinaconquomi.
Quomi.it è un servizio di ricette (e relativi ingredienti) a domicilio. 
I passaggi sono semplici: vai sul sito www.quomi.it, scegli i piatti che preferisci entro il sabato, il martedì successivo ti arriva direttamente a casa una box contenente tutti gli ingredienti necessari per prepararli.
E così ho fatto: il venerdì ho ordinato Gazpacho e Insalata di pollo, il martedì pomeriggio avevo a casa tutto, ancora fresco e completamente integro.
Puoi anche scegliere se prendere dosi per 2 o per 4 persone. Ti arriva tutto misurato alla perfezione.
I punti di forza di Quomi.it sono la qualità e la freschezza degli ingredienti (sostengono la fondazione Slowfood), la filiera corta e quindi i prezzi sono molto contenuti, il successo è garantito dalla semplicità e velocità delle ricette, spedizioni entro 24h (Quomi acquista, solo dai migliori fornitori, tutti i prodotti entro il lunedì mattina), rispetto dell’ambiente perché le porzioni sono giuste e lo spreco non è una filosofia ammessa, il servizio si può interrompere in qualsiasi momento (non è un abbonamento).

martedì 2 agosto 2016

FRUIT PIZZA per una cena estiva a tre (tu, lui e la TV)

Buongiorno!


“Stasera per le 21 dobbiamo aver già mangiato”

“Sì, lo so che la partita inizia alle 21. Cosa vuoi mangiare?”

“Una cosa veloce, poi fa caldo non ho molta fame. Magari mi mangio della frutta davanti alla TV”

“Per cena frutta e basta? Va beh, faccio io”

E così nasce la mia prima fruit pizza. L’idea mi viene da alcune ricette che avevo visto girare in quei giorni e dal volere dar da mangiare qualcosa di più che della semplice frutta per cena ad un uomo che aveva lavorato tutto il giorno. Qualcosa di leggero, stuzzichevole, veloce, fresco e molto semplice da fare.

Nel frigo avevo un’anguria, una confezione di Crema Dolce alla Ricotta Santa Lucia e tanta frutta fresca! Gli ingredienti erano quelli giusti per una fruit pizza con base frutta.

In tre mosse sarebbe stata pronta la cena da gustarsi pre partita sul divano davanti alla TV.

Una bella pizza creativa, tagliata a fette, da dividere sportivamente, giusto per stare in tema.

Ingredienti:
1 confezione di Crema Dolce alla Ricotta Santa Lucia
1 anguria
Frutta a piacere (io avevo in frigo 3 kiwi, delle fragole e un melone)

Procedimento:
Ho tagliato un disco di anguria alto un paio di centimetri 
Ho preso la confezione di Crema Dolce alla Ricotta Santa Lucia e l’ho spalmata sulla base di anguria.
Per completare la mia fruit pizza ho tagliato la frutta a rondelle e spicchi disponendo il tutto secondo la mia fantasia sulla base pizza ricoperta di Crema Dolce alla Ricotta.
Una delizia per il palato! Tutti hanno apprezzato e ho fatto un figurone spendendo pochissimo tempo per la preparazione!
Buzzoole

lunedì 18 luglio 2016

30 anni di Baladin: dalla terra al bicchiere, nasce il nuovo birrificio agricolo a Piozzo (CN)

Buongiorno!

Dal 13 al 16 Luglio a Piozzo c'è stata una grande festa alla quale ho partecipato con gioia: #Baladin30. La birra di Teo Musso ha compito 30 anni e si è regalata un nuovo stabilimento.
Partiamo dall'inizio.
Nel 1986 nasce a Piozzo il pub “Le Baladin” voluto da un giovane ed entusiasta appassionato di birra artigianale e musica. Teo Musso inizia così un cammino che lo porterà a creare il primo brewpub d’Italia nel 1996 e a proporre un nuovo modo di interpretare la birra, pensata per esprimere idee, sentimenti e per essere assaporata preferibilmente abbinata al cibo. Il 1996 coinciderà con l’inizio di quella che viene definita la rinascita della birra artigianale in Italia, oggi tema di grande attualità e successo di cui Teo è stato un protagonista e una figura fondamentale in Italia, per la diffusione della cultura di questa eccezionale prodotto della terra, tanto da divenirne un ambasciatore anche all’estero. Un percorso lungo, avventuroso, pioneristico e quasi romantico, caratterizzato da idee visionarie, rivoluzionare e prese di posizioni nette ma proiettate ad una visione ampia, futuristica che tanto hanno contribuito al successo attuale. 

mercoledì 13 luglio 2016

Vodafone Pay, la semplicità di pagare con il tuo Smartphone!

Buongiorno!

Oggi ho una novità per voi che cercate una vita semplice, per voi che vivete una vita sempre di corsa e a pieno.
Ormai si sa che il nostro futuro passa dal digitale e che web e smartphone ci aiutano nella nostra quotidianità ad esaudire i nostri piccoli e grandi desideri.
Quanto ha cambiato la nostra vita ad oggi un'app? Possiamo scrivere ad una persona lontana, scegliere il ristorante preferito, comprare ciò che desideriamo da tempo o organizzare il nostro viaggio dei sogni.
Per continuare, la prima cosa che devo sapere è però che telefono avete, perché al momento la novità che vi sto per dire funziona solo su alcuni modelli. Per fare questo potete andare qui dove trovate l'elenco dei modelli abilitati. Il mio modello non è tra quelli, quindi io con dispiacere non sono al momento fra le persone fortunate (speriamo cambi).

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...