giovedì 31 maggio 2012

Panna cotta piccante alla birra aromatica...OGGI CUCINA PER NOI...


Buongiorno!


L'ospite di oggi è Silvia, toscana, amministratrice del blog paneepomodoro che oggi compie un anno.
Ho conosciuto Silvia grazie al suo meraviglioso contest La cucina con la birra (vi invito a scaricare il bellissimo PDF che ha realizzato qui) al quale ho partecipato senza tanto farmi pregare...non ricordo nemmeno quante ricette le ho inviato, ma del resto incontrava i miei gusti, ho una sezione di cucina con la birra.
A volte le coincidenze vanno ben oltre ed ora Silvia ha un contest aperto La cucina con i fiori al quale mi sono resa conto di non aver ancora mandato nulla, ma lei lo sa, ho una sezione di cucina con i fiori...e so che mi aspetta.
Appena entri nel blog leggi la frase "Un bravo cuoco è solo uno che sa dare ogni giorno un nome diverso alla solita zuppa!" ed io la condivido.
Silvia mi piace, mi è simpatica e la trovo sincera. Con lei parlo spesso e mi riprometto grandi bevute di birra, ma non di una birra qualsiasi, di PhotoBirra...ma questa è un'altra storia che si racconterà.

Con lei ieri sera ho parlato di libri, ama leggere come me, è possibile consultare la sua libreria.
Dietro al suo blog c'è passione, una passione che coltiva mentre gestisce una bella famiglia numerosa. Uh non usiamo la parola coltiva, a lei non piace coltivare, preferisce raccogliere solo i frutti...parliamo di orto, s'intende.
La sua cucina è semplice e soddisfa tutti i gusti, vi faccio alcuni esempi. Siete intolleranti al lattosio? Qui alcune ricette che vanno benissimo per voi. Cercate ricette gluten free? Eccole qui. Beh poi non posso citarne una dai sapori di Nonna Papera come Le frittelle di fiori di acacia.
Il mio sogno? Conoscerla finalmente di persona con tutta la sua famiglia. Ma ora diamo la parola a lei.

Ciao Silvia, foodblogger per passione o foodblogger per professione?
Assolutamente per passione: sono negata verso qualsiasi forma di arte ed il mio unico modo di esprimermi è quello di cucinare. Mi piace farlo per le persone a cui voglio bene, mostrando ogni piatto come un dono.
Non nego comunque che, come molte mie “colleghe”, farla diventare una professione non mi dispiacerebbe. Ancora di più però desidererei trasformare la mia passione per la cucina in un lavoro e qualche progetto nell’aria per la verità già c’è, ma non posso rivelarvi niente a riguardo.

Parlaci del tuo blog. Quando è nato, come è nato, gioie e “dolori”…
Proprio oggi il mio blog spegne la sua prima candelina e sono felice di festeggiare questo evento con questa intervista: segno che nella sua pur breve vita ha già lasciato un piccolo segno ed è riuscito a farsi notare e apprezzare da molte persone.
Il blog è nato un po’ per caso, un po’ per curiosità, inizialmente solo con l’idea di utilizzarlo soprattutto come ricettario personale (in modo da ripulire la casa di tutti i fogliettini dove erano appuntate le ricette), dove indirizzare anche gli amici che mi chiedevano la ricetta di qualcosa che avevano mangiato a casa mia.
Fino a poco più di un anno fa, per la verità, non avrei neanche saputo dire cosa differenzia un blog da un sito internet. Poi questi blog hanno cominciato ad affollare la mia “lista dei preferiti” e quindi ho cominciato a capire e a chiedermi se mai avessi potuto crearne uno anche io. Sono partita dunque praticamente da zero ed ho visto nascere la mia “creatura” quasi senza rendermene conto, tanto che mi son trovata a dovergli dare un nome senza pensarci troppo su: il primo cibo che mi è venuto in mente, uno tra quelli che più adoro, semplice e genuino, Pane e Pomodoro. E sullo stile del semplice e genuino ho voluto portare avanti la filosofia del blog stesso, cercando di utilizzare prodotti di stagione in ricette non troppo elaborate, quelle insomma che tutti i giorni (o quasi) porto in tavola per i miei familiari, servite comunque in modo “speciale” perché anche l’occhio vuole la sua parte e perché ogni giorno non sia un giorno qualsiasi.
Nel corso di questo primo anno ho avuto molte soddisfazioni, ma la cosa che più mi ha reso felice è stata fare la conoscenza di tante persone che con me condividono questa esperienza e da cui ho imparato molto. Questo è un mondo dove però non si finisce mai di imparare e dove la creatività fa da padrona, ma la cosa che porta avanti tutto è la passione!
Dolori? Nessuno direi… non sono mica masochista! Per me il blog è un luogo di divertimento e dove posso dare sfogo alla mia “arte”: se non ne traessi gioie, non avrebbe senso continuare.

Se dovessi dare un consiglio ad una neo foodblogger cosa diresti?
Consigli? Ne avrei bisogno anche io! Ma se dovessi consigliare una persona che si accinge ad aprire un blog basandomi sulla mia poca esperienza direi di essere il più possibile se stessa perché la semplicità è una delle cose che si apprezzano di più. Se si decide di aprire un blog lo si fa essenzialmente per appagare il nostro desiderio di condivisione, traendone piacere e anche divertimento. Trarre spunti dagli altri blog può anche essere utile per iniziare, ma l’impronta deve essere sempre personale. L’umiltà è sicuramente una dote apprezzabile in questi casi, e anche la correttezza nei confronti degli altri foodblogger non è da meno.

Ci doni una ricetta?
La ricetta che vi dedico è a base di birra ed è frutto della collaborazione tra me e mio marito, appassionato homebrewer.

Panna cotta piccante alla birra aromatica

Ingredienti:
500 cc di crema di latte
300 cc di birra (scegliete una artigianale molto aromatizzata)
1 peperoncino secco
100 g di zucchero
2 fogli di colla di pesce

Procedimento:
Mettere a bagno la colla di pesce in acqua fredda.
Mescolare la birra con la crema di latte, il peperoncino e lo zucchero.
Mettere sul fuoco e portare a bollore continuando a rimestare. Far sobbolire un minuto o due, quindi spegnere il fuoco e aggiungere la colla di pesce strizzata.
Mescolare bene fintanto che la colla di pesce non si sia ben amalgamata con il resto.
Mettere negli stampini. Far raffreddare quindi mettere in frigo per almeno 4-5 ore, o comunque fintanto che non si sia rassodata.
Impiattare, guarnendo con del caramello.

Grazie Silvia, hai passato la selezione!

E BUON BLOGCOMPLEANNO!!!!!!!

13 commenti:

  1. Mi è piaciuta tantissimo questa intervista.. oltre che la ricetta che ci lascia! quindi vado subito a trovare Silvia!!!! baci a te cara Ale..

    RispondiElimina
  2. molto carina questa intervista che ispira noi "giovani" Food Blogger e che ci fa capire che ognuna ha gli stessi dubbi, le stesse emozioni che mettiamo qui insieme alla passione che ci accomuna: il cibo!

    RispondiElimina
  3. quanto m'incuriosiscono le ricette strane, e questa la è di sicuro. Grazie. Complimenti a Silvia per l'intervista, auguri per il tuo compliblog e in bocca al lupo per i tuoi progetti.

    RispondiElimina
  4. Una ricetta davvero invitante!!! E è un piacere conoscere una nuova blogger.

    RispondiElimina
  5. wow che ricettina é questA!!!!! nuova blogger pe me :)

    RispondiElimina
  6. Molto bella l'intervista e ottimo il dessert! Buona serata

    RispondiElimina
  7. Che bella descrizione che le hai fatto!
    Una ricetta che dovrò proporre al mio patito di birre artigianali, grazie! E' davvero invitante, bellissima la presentazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciaooooo, come stai? Grazie di essere venuta a trovarmi! =)

      Elimina
  8. Grazie a tutte! Sono felicissima che Alessia abbia pensato anche a me per questa intervista! Venitemi a trovare: vi aspetto!

    RispondiElimina
  9. Ciaooo complimenti a Silvia e a te cara!ciaooo

    RispondiElimina
  10. Grazie a tutti di essere passati e di aver apprezzato Silvia, davvero una brava blogger e persona.

    RispondiElimina
  11. Ciao complimenti la tua rubrica ha sempre ospiti molto graditi
    buon pomeriggio

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...