martedì 8 ottobre 2013

Bake off..da novembre al via il primo talent show dedicato al bakery!

Buongiorno!


Bake off Italia arriverà a novembre su Real Time (digitale terrestre free Canale 31, Sky Canali 124, 125 e in HD, TivùSat Canale 31) ed io sono stata per voi sul set a spiare e a carpirne i segreti.
Bake off è un format internazionale di grande successo in UK, successo che si è ripetuto in 12 paesi in tutto il mondo: Australia, Beglio, Danimarca, Finlandia, Francia, Irlanda, Olanda, Norvegia, Polonia, Svezia, Ucraina, Stati Uniti. Finalmente arriva anche in Italia il talent show dedicato alla cucina dei prodotti da forno, il bakery.
Alla conduzione avremo Benedetta Parodi.
Volete sapere le regole del gioco? Ve le dico subito.

Ci saranno nove aspiranti pasticceri in gara, uniti da un'unica passione: la pasticceria. Solo uno di loro alla fine diventerà il miglior pasticcere amatoriale d'Italia e potrà realizzare il sogno di pubblicare il suo libro di ricette. Vi svelo anche i nomi dei giudici: Ernst Knam (il mio adorato Knam!), il re del cioccolato che è molto esigente e pretende ordine e perfezione, e Clelia D'Onofrio, per anni il Direttore editoriale del prestigioso "Cucchiaio d'Argento", oggi in veste di giudice. 
In ogni episodio avremo due diverse sfide che metteranno alla prova i concorrenti. Avremo una prova di creatività dove i concorrenti dovranno creare in un tempo stabilito uno specifico dolce / torta liberamente secondo il loro gusto personale e utilizzando la propria ricetta, forme, colori, ingredienti. Al termine della sfida i giudici valuteranno aspetto e gusto senza dare un voto o una preferenza, ma solo dando un semplice giudizio e commentando il lavoro fatto dai concorrenti. 
Una prova Tecnica dove i concorrenti dovranno eseguire una specifica ricetta in un tempo stabilito, grandi classici quali meringa, soufflè, muffin, torte. Qui dovranno mostrare tutta la loro abilità tecnica e manualità. Al fine di rendere il giudizio ed i commenti imparziali, i giudici lascieranno il set prima delle prove e vi torneranno a piatti pronti, non sapranno quindi chi ha preparato cosa e torneranno nelle loro postazioni per i giudizi e commenti solo a preparazioni finite. 
Dopo l’assaggio i due giudici esprimeranno le loro preferenze dal peggiore al migliore e solo allora scopriranno chi ha preparato ogni piatto. Al termine di questa seconda sfida i giudici elimineranno il concorrente peggiore.
A far da scenario in questa Italian Edition sarà una tra le più belle e maestose Ville di Milano: Villa Arconati
Riconosciuta come patrimonio di grande valore storico, culturale e architettonico, la Villa sorge nel Parco delle Groane, nella frazione di Castellazzo di Bollate, da cui prende anche il nome di “Castellazzo”, risalente alla prima edificazione, in età medievale. La Villa è ancora oggi affiancata, come in origine, da un Borgo rurale e dalla chiesa di San Guglielmo.
Considerata una rivisitazione all'italiana della Versailles di Luigi XIV, la Regia Villa oggi si presenta nella struttura così come era stata completata dalla famiglia Arconati col finire del XVIII secolo, espressione della cura e dell'eleganza del barocchetto lombardo sull'impianto del precedente casamento seicentesco.
Le immagini della Villa saranno lo sfondo per tutte le puntate e il viale alberato Viale dei Leoni sarà percorso dai concorrenti ad ogni ingresso di puntata. Una scelta, quella del “no studio”, fortemente inusuale per un cooking show e che rimanda subito ad un’immediata connessione con il mondo reale, ma al contempo anche alla dimensione del sogno e dell’aspirazionalità




Quella mattina ho avuto modo di girare fra le maestose stanze, ogni locale ero allestito a set televisivo. C'era la sala della produzione dove trovavi PC, fotocopiatrici, fax e scrivanie di lavoro posizionate vicino a camini d'altri tempi ed affreschi centenari. C'erano i camerini dei concorrenti con i vestiti utilizzati durante le puntate e c'era il camerino della Parodi con vestiti e angolo trucco. C'erano ancora degli oggetti personali in giro e per terra la ciotola del gatto trovatello nato durante i primi giorni di ripresa e adottato dalla troupe.

Questo è l'angolo trucco della Parodi
La sala della produzione

Come vi dicevo tutte  le riprese sono state fatte in esterna, nel parco è stato posizionato un tendone dove si sono svolte le puntata.
I concorrenti faranno l'ingresso in scena uscendo dalla Villa e attraversando il parco.
In questo parco sono stati girati i momenti di confessionale di ognuno.

Un punto del parco adibito a confessionale

L'ingresso del tendone
Qui di seguito alcune foto degli allestimenti interni che vedremo in puntata. Uno stile “shabby chic” (uno stile di interior design che utilizza materiali per lo più di reciclo o opportunamente anticati, per un risultato old-fashioned), a sottolineare anche “nella forma” i key values del programma.








A renderci ancor più godereccia la mattinata di visita sul set ci ha pensato Davide Buggini con una merenda firmata Ernst Knam.
Delizie dolci e salate a base di cioccolato come il "Re comanda". Chocotropicalfingersandwich con salmone leggermente affumicato, cioccolato, mango e rucola, miniquiches con zucca, zenzero e stracciatella, crostata di cioccolato fondente con zenzero e grue di cacao...e tanto altro.


Non ci resta che aspettare la prima puntata per scoprire i nove concorrenti!
Intanto...guardiamoci i promo...

video video


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...