venerdì 3 gennaio 2014

Torta diplomatica


Buongiorno!

Per ricominciare, dopo la pausa natalizia, una bella torta diplomatica ci sta! Eh sì perchè Grandma Duck non pensa a diete per recuperare i kg delle feste ma pensa a dolci per continuare a coccolare prendendo per la gola.
La ricetta di oggi è di Christian, il nostro cheffino collaboratore. 
Ci propone il vanto della pasticceria italiana: la diplomatica che, si dice, sia stata inviata come dono da un diplomatico del Ducato di Parma a Francesco Sforza, Duca di Milano.  Sono strati di pasta sfoglia con uno strato di pan di Spagna, imbevuto di bagna per renderlo ancora più morbido, il tutto farcito con la deliziosa crema diplomatica, che nasce dall'unione tra crema pasticcera e crema chantilly. 

Per la base:
230 gr pasta sfoglia rettangolare
75 gr di farina 00
75 gr di fecola di patate 
150 gr di zucchero 
1 bustina di vanillina in polvere 
5 uova 
sale e zucchero a velo q.b.
Per la crema diplomatica:
250 ml di latte 
3 tuorli 
25 gr di farina 
50 gr di zucchero 
½ bustina di vanillina in polvere 
panna liquida 180 ml 
10 gr di zucchero a velo
per la bagna:
200 ml di acqua 
100 gr zucchero 
20 ml di rum

Iniziamo con il pan di spagna: dividete gli albumi dai tuorli e sbattete questi ultimi con metà dello zucchero per ottenere un composto spumoso e gonfio e di colore giallo chiaro. Sbattete poi gli albumi, aggiungete il restante zucchero quindi unite gli albumi montati ai tuorli montati. Aggiungete la farina, la vanillina e la fecola di patate setacciate insieme, mescolate il tutto con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto omogeneo. Imburrate e infarinate uno stampo rettangolare e versate. Fate preriscaldare il forno a 180° e infornate il vostro pan di spagna per almeno 35-40 minuti. Estraete lo stampo dal forno e fate raffreddare il pan di spagna nello stampo prima di sformarlo. Una volta freddo, tagliate tutti e quattro i bordi del pan di spagna, cercando di renderli più dritti possibile. Eliminate anche la crosta esterna e ricavate, dal rettangolo ottenuto, uno strato dello spessore di circa 1,5/2 cm e tenetelo da parte.
Prepariamo la crema diplomatica. Iniziate con la crema pasticcera: riscaldate il latte in un pentolino con la metà di una bacca di vaniglia e i suoi semi; sbattete in una ciotola, con la frusta, il tuorlo e lo zucchero quindi aggiungete la farina. Con una pinza, eliminate la bacca e versate il latte riscaldato sul composto a filo, amalgamando con la frusta. Riportate il composto sul fuoco e mescolate continuamente fino a che la crema non si sarà addensata. Trasferite la crema pasticcera in una ciotola e fatela raffreddare, conservandola con un foglio di pellicola a contatto. Passate alla crema chantilly: versate la panna ben fredda nella tazza di una planetaria dotata di frusta, oppure usate uno sbattitore elettrico, e montatela; quando la panna avrà raggiunto una consistenza corposa, aggiungete lo zucchero a velo setacciato, e amalgamatelo alla panna, mescolando con una spatola. Quando la crema pasticcera sarà completamente fredda, unite la crema chantilly e stemperate le due creme con una frusta, fino ad ottenere una massa spumosa, liscia e omogenea. Ora dedicatevi agli strati di sfoglia: stendete leggermente, con un mattarello, la pasta sfoglia già pronta e ricavate con un coltellino due rettangoli. Trasferite i due rettangoli su una leccarda ricoperta di carta forno e bucatele con i rebbi di una forchetta.
Cospargetele di zucchero a velo e passatele in forno a 180° per 12-13 minuti, fino a quando la loro superficie risulterà ben dorata. Preparate ora la bagna: mettete l’acqua e lo zucchero in un pentolino e fate sciogliere bene il tutto; quando avrete ottenuto uno sciroppo denso, spegnete il fuoco e aggiungete il rum. Unite il rum solo a fuoco spento altrimenti evaporerà. Potete ora comporre la torta diplomatica: ponete su un piatto da portata una delle due sfoglie e cospargetela con crema diplomatica, stendendola con una spatola e avendo cura di lasciare mezzo cm di spazio dal bordo. Prendete ora lo strato di pan di Spagna e adagiatelo sulla crema per formare il secondo strato della diplomatica. Bagnate abbondantemente il pan di Spagna con 2-3 cucchiai di bagna al rum intiepidita quindi cospargetelo con uno strato di crema diplomatica. 
Terminate ora con l’ultimo strato di sfoglia e per finire una spolverizzata di zucchero a velo.


5 commenti:

  1. Ciao Alessia, davvero buonissima! Complimenti!
    Vale

    RispondiElimina
  2. E' la torta che più amo in assoluto!!!!! Baciotti e buon anno!!!! :-)

    RispondiElimina
  3. Ciao Claudia, felice 2014 anche a te =)

    RispondiElimina
  4. io amo questo dolce,a napoli e'un'istituzione!!!!
    deliziosa

    RispondiElimina
  5. Tanti auguri di buon anno!!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...