lunedì 3 febbraio 2014

Trota grigliata con salsa remoulade di finocchi e Kanzi


Buongiorno!

Oggi ci interroghiamo su Kanzi.
Chi è Kanzi?
Kanzi è una mela nata dall’incrocio naturale tra le varietà Gala e Braeburn, di cui unisce la dolcezza e il gusto aromatico. Dalla fioritura al raccolto Kanzi viene sottoposta a continui controlli e viene coltivata, raccolta, selezionata e immagazzinata con passione e dedizione.

Cosa significa il nome Kanzi?
Il nome Kanzi significa tesoro nascosto in lingua Swahili e allude ad una esperienza di gusto unica, che evoca qualcosa di esotico. Nonostante questo sapore di luoghi lontani, Kanzi viene coltivata in Alto Adige/Südtirol dove esistono le perfette condizioni di coltivazione.

Cosa rende Kanzi così unica?
Kanzi è una mela totalmente nuova che nasce dall'incrocio delle varietà classiche Gala e Braeburn. Da ciascuno dei suoi ‘genitori’ Kanzi ha ereditato solo il meglio: grazie alla Braeburn possiede un contenuto di vitamina C molto elevato, una acidità piacevolmente fruttata e un morso sodo e croccante, mentre la Gala le ha donato il colore rosso e la nota dolce al primo morso. La combinazione armoniosa di tutte le qualità ereditate rende Kanzi una mela totalmente nuova e prelibata, salutare e naturale.

Che sapore ha Kanzi?
Kanzi è una mela succosa, fruttata e croccante, caratterizzata da sfumature di sapore agrodolci.

Dove viene coltivata Kanzi?
In Italia Kanzi viene coltivata in Alto Adige/Südtirol dove trova le condizioni ottimali per lo sviluppo delle sue straordinarie qualità organolettiche.

Kanzi è disponibile in versione Bio?
Sì, da autunno 2011 sono disponibili anche i primi quantitativi di Kanzi coltivati secondo metodi naturali, che si affiancheranno ai frutti prodotti con le tecniche della lotta integrata. Le mele Kanzi Bio si possono riconoscere dall’imballaggio che riporta la sigla della comunità Europea prevista per i prodotti di origine biologica.

Perchè Kanzi deve riposare per 4 settimane dopo la raccolta?
Dopo la raccolta Kanzi deve essere conservata per almeno 4 settimane nei magazzini affinché possa sviluppare un equilibrio ottimale tra le note aspre e quelle dolci del suo ricco bouquet naturale di sapori.

Cosa accade a Kanzi durante la maturazione?
Durante la maturazione la parte acida della mela viene destrutturata e Kanzi diventa sempre più zuccherina fino a raggiungere il suo ottimale rapporto tra gusto dolce e aspro.

Chi garantisce la costante qualità di Kanzi?
Kanzi ha ottenuto la qualificazione di prodotto premium: un riconoscimento riservato solo ai prodotti che vantano le massime certificazioni di qualità. L’elevata e costante qualità dei frutti e il loro sapore unico viene garantito dai numerosi controlli che vanno dalla fioritura fino al raccolto. Una mela Kanzi deve rispettare precisi requisiti estetici e possedere specifiche qualità organolettiche:
- il frutto deve essere pienamente formato;
- la buccia deve presentare parti colorate rosse e gialle, dove il colore rosso è chiaramente predominante;
- la polpa deve essere soda e croccante;
- il rapporto tra gusto dolce e aspro deve essere ottimale
La qualità di Kanzi viene garantita e protetta attraverso l’Associazione GKE (Greenstar Kanzi Europe NV) con sede in Belgio a Sint-Truiden.

Dove è nata Kanzi?
Kanzi è nata nel 1994 in Belgio in un vivaio di nome Nicolai, dove per la prima volta venne provato l’incrocio tra le varietà Gala e Braeburn. Dal Belgio Kanzi è poi stata introdotta in Alto Adige/Südtirol dove ha trovato le condizioni ottimali per la sua produzione. Le caratteristiche organolettiche di Kanzi si sposano perfettamente con i gusti del mercato italiano, uno dei più importanti mercati di mele d’Europa.

Quando è arrivata Kanzi® in Italia?
Kanzi è arrivata in Alto Adige/Südtirol nel 2007. I primi alberi-prova erano già stati piantati negli anni precedenti per poter crescere fino a produrre una sufficiente quantità di frutti di qualità ottimale. Nell’autunno del 2009 c’è stata la prima importante raccolta di mele Kanzi in Italia, che ha prodotto complessivamente oltre 1.600 tonnellate di frutti. I quantitativi oggi hanno superato le 6.000 tonnellate, destinate ai mercati italiano e spagnolo.

Kanzi fa bene alla salute?
Kanzi non ha solo un buon sapore ma è anche molto salutare. Contiene infatti più di 30 sali minerali, tracce di oligoelementi e un alto contenuto di vitamina C. 
Questa mela è uno snack fresco e leggero e rappresenta una valida e gustosa alternativa alle merendine ipercaloriche.

Vi lascio la ricetta della trota grigliata con salsa remoulade di finocchi e Kanzi

Ingredienti per 4 persone: 
1 finocchio 
2 mele Kanzi
¼ sedano rapa sbucciato 
6 cucchiai di panna agra da cucina 
succo di 1 limone 
1 cucchiaio di senape 
1 cucchiaio di prezzemolo tritato 
una manciata di rucola (q.b.) 
4 piccole trote, sfilettate e pulite 
olio d‘oliva, sale, pepe 

Preparazione
Per la salsa remoulade di finocchio e Kanzi tagliare finemente il finocchio e metterlo in una ciotola.
Lavare la mela e grattugiare con la buccia. Lavare il sedano e grattugiare. Mescolare con la panna agra da cucina e condire con succo di limone e senape. Mettere nel frigorifero per 1-2 ore. Prima di servire aggiungere un po‘ di rucola e prezzemolo e condire con sale e pepe.
Preriscaldare la griglia. Spennellare la pelle della trota con un po‘ di olio d’oliva e condire. Stendere le trote con la pelle in alto su una teglia e cuocere nel forno per 4 minuti finché la pelle diventi croccante. Girare il pesce e cuocerlo sull’altro lato per altri 2 minuti. 
Servire il pesce assieme alla salsa remoulade di Kanzi.



8 commenti:

  1. ottimo abbinamento,leggero e croccante grazie ai finocchi :)

    RispondiElimina
  2. Ciao Alessia! Chiederò al mio fruttivendolo di fiducia di procurarmene alcune, non le ho mai viste sui suoi scaffali! Interessante! A presto, Arianna

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...