venerdì 1 agosto 2014

Alma Summer School #day4

Buongiorno!

Potrei iniziare con...ragazzi che serata pazzesca! Ieri sera c'è stata la festa Martini con il buffet di Gala e la consegna degli attestati di partecipazione alla Summer School. A coronare una giornata di tensioni e lavoro, che ha visto impegnati i 40 studenti nella preparazione di buffet e cocktail, il lancio dei cappelli e la stretta di mano del Maestro Gualtiero Marchesi.  Ma preferisco lasciare questa parte di racconto in un post finale. Torniamo alle lezioni per ora.
Ieri abbiamo avuto nutrizione con Consuelo Vecchio dietista del Sacco di Milano e da un anno anche docente in Alma. 
"L'alimentazione è la prima causa dell'insorgenza di numerose patologie tra cui i tumori, le malattie ischemiche, l'obesità, il diabete, etc. Risulta quindi fondamentale per preservare la malattia e se in ospedale trattarla è terapia, in Alma è prevenzione" ci spiega al dottoressa.
"Dal momento che la natura ci impone di nutrirci, facciamolo nel migliore dei modi, con criterio e con diletto, osservando tutti quegli accorgimenti che, quantunque piccoli, conseguono il massimo allettamento del palato nel rispetto della salute" dice Gualtiero Marchesi.

Per uno chef saperne di nutrizione è importantissimo nel momento in cui va a preparare un menù. Conoscendo alcuni punti fondamentali sarà più facile la creazione di piatti che rispettino gusto e salute, il tutto usando fantasia per avere varietà ogni giorno. 
Uno dei punti fondamentali ad esempio è la ripartizione calorica giornaliera, saperla fa bene a tutti:
Colazione 15% 300 kcal
Spuntino 5% 100 kcal
Pranzo 40% 800 kcal
Merenda 10% 200 kcal
Cena 30% 600 kcal
Così come è bene aver presente la piramide alimentare e la composizione degli alimenti.
Nel pomeriggio la lezione ha cambiato genere e ha avuto un docente conosciuto al mondo del flair bartending: Bruno Vanzan che esorta dicendo "sogno e obiettivo sono due cose diverse: in un obiettivo si investe tempo, impegno e sacrificio perchè lo si raggiunga, il sogno invece può rimanere tale. E' importante avere degli obiettivi!"
Ventinove anni romano vive a Milano. La sera, durante il periodo degli studi, per guadagnare qualche soldo lavorava in un locale che faceva caffè. Finiva a mezzanotte e a fianco c'era un cocktail bar. Lui per un'ora ogni sera andava a vedere i ragazzi che lanciavano le bottiglie, dieci anni fa erano i primi a farlo e vederli era strano, dopo una settimana questi ragazzi l'hanno invitato ad andare a imparare e così lui ha fatto. "Sto imparando a fare il barman papà" ha detto a casa una sera "se vuoi fare una cosa falla ma falla fatta bene" rispose il padre che lo iscrisse ad una scuola specifica e Bruno a 18 anni ha iniziato a fare i primi corsi.
Faceva gare che richiedevano dodici ore di allenamento e tanti sacrifici, a ventitre anni ha vinto il campionato del mondo Martini e da qui il punto di inizio perché tutti si aspettavano qualcosa. Ad oggi rappresenta svariate aziende nelle gare internazionali, è insegnante di una scuola di formazione di flair bartender, fa consulenze e fa tv. Ha realizzato un sogno e continua con i suoi obiettivi.
Ai ragazzi di sala ha spiegato alcuni concetti base e ha poi insegnato loro a preparare i 4 cocktail che sono stati da loro serviti poi durante la serata. Li ha motivati e, trasmettendo la sua esperienza, li ha invogliati a perseguire i loro obiettivi.



Per oggi mi fermo qui, fra mezz'ora ho l'ultima lezione di questa sorprendente esperienza e non posso far tardi.



1 commento:

  1. Molto interessante, questi suggerimenti sono come oro colato :D
    Grazie Ale!

    LESPOTNOIR.COM
    TWITTER

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...