venerdì 26 agosto 2016

#AMAtriciana

Buongiorno!

Come ben sapete lo scorso giovedì 24 agosto l'Italia è stata colpita dall'ennesimo sisma. Il terremoto, di intensità 6.0, ha interessato l'area tra il Lazio, l’Umbria e le Marche ed ha causato un numero di vittime in costante aggiornamento. Da un ultimo dato della Protezione Civile abbiamo: 267 morti, 207 dei quali ad Amatrice, 49 ad Arquata e 11 ad Accumoli. I feriti passati per gli ospedali di Lazio, Umbria e Marche sono 387, ma si sta verificando quanti ancora siano ospedalizzati. Fino a ieri sono state 238 le persone estratte vive dalle macerie: ai 215 salvati dai Vigili del Fuoco, si devono infatti aggiungere 23 tratti in salvo dal Soccorso Alpino. 
La terra continua a tremare. Dopo l'ultima forte scossa di magnitudo 4.8 alle 6:28 di questa mattina, è stato chiuso il Ponte a Tre Occhi sulla strada regionale 260, importante via di accesso verso il comune di Amatrice anche per i soccorsi.
"Amatrice è da radere al suolo completamente", ha ammesso il sindaco della cittadina distrutta Sergio Pirozzi, che ha confermato all'ANSA come non ci sia più nessun edificio nel centro storico che sia possibile restaurare e salvare. A parte la chiesa romanica di S.Francesco, tutto il resto non c'è più. "Ma come ho già detto ieri - ha ammesso Pirozzi - vorremmo ricostruirlo nello stesso posto, magari con la stessa forma e con la stessa estetica".
Amatrice, Accumoli, Pescara del Tronto: interi paesi spariti nel nulla. Paesi che contano pochi residenti come il mio.
Intorno alla fine del 1800 anche Lemna di Faggeto Lario (CO) franò e il paese smise di esistere con tutti i suoi abitanti. Nei racconti dei nonni c'era la tristezza.
Oggi, per tutti coloro che si trovano senza un tetto, senza il nulla, solo la speranza di tornare presto ad una vita, c'è un’iniziativa, ideata e lanciata dal blogger Paolo Campana, che ha saputo raccogliere consensi ed unire addetti ai lavori, appassionati e cittadini che vogliono contribuire in maniera attiva per aiutare le popolazioni colpite dal sisma: AMAtriciana unisce ristoratori e clienti per donare 2 € alla Croce Rossa Italiana permettendole di sostenere in maniera tangibile chi ne ha bisogno.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...