martedì 11 luglio 2017

Un viso perfetto è possibile: Vital O2 e Demopeel

Hai dubbi sulla giovinezza della tua pelle? La vedi spenta e invecchiata? Basta con lampade ad alta e bassa pressione che stressano la pelle, così come l’inquinamento delle grandi città.

Centro Estetico Elianto a Milano, in Viale Indipendenza, ti aiuta a contrastare l’invecchiamento cutaneo con il trattamento VITAL O2, sistema di ossigenostimolazione non invasivo che migliora il tono della pelle in poche sedute, quindi il precoce invecchiamento, grazie a un flusso di puro ossigeno a pressione regolata.
Fornendo ossigeno tramite VITAL O2, la pelle produce nuovamente l’energia necessaria al processo metabolico cellulare attenuando le rughe, migliorando la pelle danneggiata, l’iper pigmentazione, riducendo l’acne.
Abbinato al trattamento Dermopeel, Centro Estetico Elianto va a lavorare in profondità sull’epidermide riducendo enormemente anche le discromie cutanee più evidenti e preparando, quindi, la pelle all’estate.
Anche con solo una seduta al mese i miglioramenti sono evidenti, su viso, decolletè e mani. Assottigliando le rughe, distendendo la pelle.

giovedì 29 giugno 2017

Web Marketing Festival: dal business all’impatto sociale

Web Marketing Festival, 5^ edizione da record: oltre 12mila presenze a Rimini per l’evento italiano che esalta il ruolo sociale del Digitale




E io c'ero! E ho visto questo....


I numeri dell’edizione 2017 ne fanno il più grande evento italiano di settore: il Web Marketing Festival sempre più finestra aperta su potenzialità e riscontri del digitale nelle evoluzioni della vita quotidiana: dal business all’impatto sociale.

venerdì 23 giugno 2017

Al via il Web Marketing Festival di Rimini

È tutto pronto per il Web Marketing Festival di Rimini. 

Oggi apre l'accreditamento alle 8:00 e continuerà fino alle 9:15. Sarà possibile accreditarsi anche successivamente, ma ti consigliamo di arrivare puntuali per evitare ritardi nel programma.
Tutti gli accreditamenti saranno suddivisi in base all'iniziale del cognome, quindi puoi facilmente trovare il tuo.
Se fai parte della stampa, sei uno sponsor, un relatore, un moderatore o un partecipante della Startup Competition, ci saranno desk di accreditamento appositi e segnalati dove puoi richiedere il tuo pass.
Qui trovi il programma completo, con tutti gli orari. 
Il Festival si aprirà in Sala Plenaria alle 9:20 con l'esibizione dei Modena City Ramblers.
Al Piano -1 sarà attivo un guardaroba gratuito per entrambi i giorni.
All'interno del Palacongressi è presente l'Area Espositiva: trovi gli stand dei nostri sponsor sia al Piano Terra che al Primo Piano. Sulla cartina dettagliata puoi scoprire chi sono e dove trovarli. Per incontrare i fornitori di settore presenti e il loro team, puoi registrarti al Business Match e fissare un appuntamento all'orario che preferisci.

giovedì 8 giugno 2017

W il Pollo è la campagna d’informazione dedicata ai milioni di italiani "appassionati" di pollo.

W il Pollo è la campagna d’informazione dedicata ai milioni di italiani “appassionati” di pollo, sostenuta da Unaitalia, (Unione Nazionale Filiere Agroalimentari delle Carni e delle Uova), l’associazione che tutela e promuove le filiere agroalimentari italiane delle carni e delle uova e rappresenta oltre il 90% dell’intera filiera avicunicola nazionale.

Giorni fa mi avete forse seguita in un live twitting #wilpollo in cui parlavo di alcuni risultati di una ricerca Doxa.
Oggi voglio riprenderli in un post.
Alimento versatile e dai tanti plus nutrizionali, il pollo si conferma un alleato prezioso nell’alimentazione delle donne di tutte le età. Un’inedita ricerca Doxa-Unaitalia sulle abitudini alimentari e il rapporto con il cibo delle donne italiane ha evidenziato differenze e analogie fra Millennials (under 35) e le over 35: perennemente a dieta le più giovani, più rilassate le over 35, sono unite dalla dieta mediterranea, non rinunciano alla carne e quella di pollo è la più amata da tutte le generazioni.
Qui di seguito i messaggi chiave della ricerca:

martedì 30 maggio 2017

Imperdibili Morbidizie

Come combattere la tosse? Io mangio caramelle!

Sono tornata dai miei giri di Malta e Sicilia con una bella tosse (e non solo).
In più mi sono ritrovata un pochino di arretrati di lavoro da sistemare. Come ho fatto a sopravvivere? Beh, mangiando morbidi rombi alla liquirizia ricoperti di zucchero, perché ho letto che la liquirizia placa la tosse.
Ogni scusa è buona per assaggiare le nuove caramelle Sperlari Morbidizie.
Al supermercato ho trovato i nuovi gusti: morbidi rombi alla liquirizia, morbidi fiori al gusto di liquirizia e frutta, gommoso mix al gusto di liquirizia e frutta. per far conoscere il prodotto, facendo Sapevate che Sperlari, lo storico brand con uno sviluppato know-how nella produzione di caramelle dal 1950, è la prima linea gommosa, squisitamente golosa e adatta a ogni palato perché morbida?
E sapevate che sono presenti sui punti vendita con un buono di 0.50€ immediatamente scontabile alla cassa?
E che hanno un sito mobile friendly che grazie alla nuova struttura e a una grafica più fresca favorisce la riconoscibilità dei prodotti?
E che se seguite la pagina Facebook di Sperlari potete rimanere sempre aggiornati sulle ultime attività?
Ora sapete tutto su #Sperlari #Morbidizie #CaramelleGommose

(Post in collaborazione con Buzzoole)

Buzzoole

mercoledì 24 maggio 2017

Ci sarete a Rimini il 23/24 Giugno per #WMF17?


Torna il Web Marketing Festival. Appuntamento il 23-24 Giugno a Rimini per la 5^ edizione

Sono lieta di annunciarvi che quest'anno sarò Media Partner Del Web Marketing Festival di Rimini.
Il più completo appuntamento italiano dedicato al Digitale torna con una nuova edizione e riparte dai 4mila partecipanti dello scorso anno. Saranno tante le novità tra innovazione, giornalismo, digital transformation, industry 4.0, professioni digitali, social innovation, sport, musica e un’offerta formativa senza precedenti
Stiamo parlando del più completo evento made in Italy dedicato al mondo del Digital Marketing tche si svolgerà al Palacongressi di Rimini, location d’eccezione coi suoi 38mila metri quadrati già pronti ad accogliere i partecipanti del Festival. 
Il format, già rivelatosi vincente nelle passate edizioni, viene confermato nel 2017. E allora oltre 20 sale tematiche nel programma formativo della kermesse, con diversi relatori coinvolti e provenienti da una miriade di mondi differenti e, nel contempo, tutti connessi al digitale. 
Ci sarà il coinvolgimento dei principali esperti del digitale, italiani e internazionali, con interventi adatti a più target, base e avanzati. Dal Social Media Marketing alla Web Analytics, dal Content Marketing alla SEO, fino all’Ecommerce e al Non Profit: saranno questi alcuni dei principali argomenti.

lunedì 15 maggio 2017

La sfoglia rotonda senza glutine di Buitoni

Che sono intollerante al lattosio si sa, ma che prediligo anche il senza glutine non lo scrivo spesso.
(Post in collaborazione con Buitoni)

Cucino molto poco, anche perché sto molto poco a casa e, seguendo una dieta (quella del mio nutrizionista Sacha Sorrentino), cerco di prepararmi cose veloci, semplici. Ogni volta voglio preparare qualcosa di diverso, per rompere la solita routine ai fornelli. Per rendere la vita più facile in cucina c'è Buitoni. Per renderla sana e gustosa c'è sempre Buitoni.
La cosa che mi convince ad usare Buitoni è che si rivolge anche a un target più sensibile a problemi di intolleranza al glutine (celiaci diagnosticati, celiaci non diagnosticati, intolleranti ma non celiaci, individui con problemi a digerire il glutine), ma anche a individui non sofferenti che consumano prodotti senza glutine come me.
Mi aiuta in pochi passaggi e minuti a inventare nuovi piatti di gusto e con una qualità del prodotto adatto anche per tutta la famiglia.
Nei supermercati si trovano facilmente la Sfoglia Rotonda Senza Glutine e La Brisée Senza Glutine Buitoni, 2 basi fresche pronte senza glutine da farcire con gli ingredienti preferiti per creare facilmente torte salate e antipasti sfiziosi senza rinunciare a tutto il gusto e la qualità dei prodotti Buitoni.

Vi presento Cibecco

Conoscete Cibecco!

Cibecco è il Regno del Cibo Italiano dove i desideri dei più golosi ed esigenti diventano realtà.
Cibecco ha selezionato i migliori prodotti tipici e vini italiani: formaggi, salumi, vini bianchi, rossi, spumanti e tante altre prelibatezze.
Sul portale troverai due sezioni: una costituita dallo shop online, dove potrai scegliere i migliori prodotti tipici, e l’altra da contenuti informativi, come ricette, recensioni e guide sui prodotti.

Cibecco.com è il nuovo portale che ti permette di acquistare online i migliori prodotti tipici italiani direttamente dal produttore e di riceverli comodamente a casa tua. 

Quali sono i principali vantaggi di Cibecco?
1. Acquisto effettuato direttamente dal produttore 
2. I prezzi sono quelli del produttore 
3. I prodotti rimangano nel luogo d'origine fino a poche ore prima di arrivare a casa tua conservando tutta la loro caratteristica bontà.
4. Prodotti di qualità: DOP, DOC, DOCG, IGP, ... e Biologici

Post in collaborazione con BuzzolleBuzzoole

venerdì 28 aprile 2017

#MaltaChallenger: la mia sfida personale

Alla fine, la grande sfida della vita consiste nel superare i nostri limiti, spingendoci verso luoghi in cui mai avremmo immaginato di poter arrivare (Sergio Bambarén).

Non ho avuto la benché minima indecisione nell'accettare questa sfida personale.
Dall'inizio dell'anno ho svoltato a livello professionale (per l'ennesima volta) e per farlo ho dovuto svoltare anche nel mio essere. Più che svoltare direi affinare, rafforzare, rassicurare il mio Io (lavoro sempre work in progress).
Dopo yoga della risata, dopo rebirthing (di cui non vi ho ancora parlato, ma lo farò prestissimo) è giunto il momento di #MaltaChallenger, il viaggio motivazionale che mette alla prova il nostro Es per rafforzare l'Io, lo costringe a reagire con la forza del gruppo.

Luogo: Malta-Gozo
Giorni: 7
Parola d'ordine: Imprevisto-Possibilità-Towanda
Regola: Lasciarsi andare
Partecipanti: 11 donne che non si conoscono

Il tutto è stato organizzato da Stiletto Academy (che io ho conosciuto tramite Insplagenda).
Stiletto Academy, nata nel 2010 e diventata Associazione nel 2015. La sua Presidenta è Veronica Benini (aka Spora), che l’ha ideata e portata gratuitamente in tour per tutta l’Italia, incontrando migliaia di donne.
Veronica si è presto resa conto che i workshop rappresentavano molto più di un banale corso di tacchi e portamento (come era nata): la performance attirava donne alla ricerca di un momento leggero, spensierato e 100% femminile. La vera motivazione per tornare sempre era una profonda ricerca della propria autostima attraverso la femminilità.

martedì 18 aprile 2017

Origami Italiani, il nuovo concept di Chef Rubio



Chef Rubio e il suo concept sul futuro della pasta fresca al Fuorisalone di Milano: il cuoco e il designer Filippo Protasoni hanno presentato, durante la Design Week 2017, 'Origami Italiani'

Credit G.Biancofiore
Quest'anno mi sono fatta una full immersion di Fuori Salone. In una giornata mi sono concessa tutte le visite che avevo deciso di fare.
La prima è stata presso Pasta d’Autore, via Cesare Correnti 7 a Milano.
Conoscete? Beh, se non lo conoscete dovete rimediare al più presto. 
Aperto da nemmeno un anno, ma già ben avviato e con i titolari felici della scelta fatta e del riscontro avuto.
Ci sono tre generazioni a confronto a gestire l'attività: la Nonna Lucia, senza la quale tutto questo non sarebbe possibile, la figlia e il nipote Matteo.
"Mia nonna, di origini piemontesi, ha sempre cucinato molto bene. Come fa lei i ravioli al brasato (suo cavallo di battaglia) non li fa nessuno. Abbiamo pensato così di avviare un posto a Milano che offrisse un qualcosa di diverso a tavola. Noi facciamo pasta fresca ogni giorni e abbiamo ogni giorno sughi diversi che ognuno può abbinare alla pasta a suo gusto e piacimento. Per questo il locale si chiama "Pasta d'Autore", perché ognuno è autore del proprio piatto di pasta. Abbiamo circa 40 posti a sedere, ma facciamo anche take away e vendita al dettaglio. Abbiamo spostato il progetto di Rubio diventando uno dei tre attori di Origami Italiani e siamo felici di averlo fatto" così mi spiega Matteo durante la mia visita e la mia degustazioni di ravioli al brasato (sublimi).

giovedì 6 aprile 2017

Have a good time #HaveAGoodTie


Una start up nata dall’incontro di quattro professionisti del mondo del design e della finanza.
Consapevoli del fatto che la cravatta è generalmente vissuta come accessorio formale legato all’abbigliamento elegante da uomo, hanno condiviso l’idea di reinventarla. 

La cravatta.
La cravatta è maschio per antonomasia. Ma le donne la possono indossare?
Sono stata dalla mia amica Debora del negozio Penny Lu di Cernobbio (CO) a confrontarmi sull'argomento.
La tipica cravatta da donna non esiste, ma così come i pantaloni, le giacche e lo smoking, anche la cravatta può far parte dell’abbigliamento da donna, sulla quale ha un effetto particolarmente affascinante. 
A una donna basta aprire l’armadio del marito e scegliere la cravatta che preferisce. Va bene per ogni outfit. 
Le donne possono scegliere lo stesso tipo di nodo degli uomini. Spesso usano il nodo four-in-hand, il windsor o il cosiddetto piccolo nodo. 
La donna, rispetto all’uomo, ha molte più possibilità di variare nell'indossarla: nel modo tradizionale, come cintura per un pantalone, come sciarpa o come fascia per capelli. 
Può dunque piacere la nuova “HAVE A GOOD TIE” ad una donna?
Io dico di sì...guardate come si abbina bene alla giacca di Momonì in vendita da Penny Lu.

giovedì 30 marzo 2017

A Villa Patrizi di Sirtori (LC) la seconda serata di "Cena di Gala" per intolleranti

Tutti hanno il diritto di godere dell’alta cucina, compreso chi è intollerante a glutine, lattosio e nichel”, parola di grandi Chef.

Ci siamo, è giovedì 30 marzo 2017 e questa sera, a Villa Patrizia a Bevera di Sirtori, si terrà il secondo appuntamento con le Cene di gala organizzate dall’Associazione Regionale “Il mondo delle intolleranze”.
Io ero presente la scorsa volta, quando a cucinare c'erano Tano Simonato, Theo Penati e Roberto Rinaldini
Una bellissima serata svoltasi al Castello di Cernusco Lombardone (MI) con lo scopo di promuovere i propri obiettivi di promozione culturale e diffondere la conoscenza corretta del problema delle intolleranze alimentari. 
Partner di questa iniziativa partita da Tiziana Colombo, aka La Nonna Paperina nonché presidente dell'associazione, i grandi chef che si prestano alla creazione di piatti “senza” glutine, lattosio e a basso contenuto di nichel e importanti aziende food&beverage sensibili alla problematica delle intolleranze.
Oggi giorno la ristorazione, a qualsiasi livello, si deve porre delle domande: recarsi al ristorante è un problema per chi soffre di intolleranze alimentari? “Potrebbe diventarlo e io suggerirei in linea generale di prediligere cibi non elaborati nella cottura e comunque non troppo manipolati, quindi ortaggi freschi di stagione, evitando cibi conservati in scatola, frutta secca e legumi. Se vuoi mangiar sano mangia col cervello e non con la pancia…ne acquisti in salute e lunga vita!”. Questa la risposta della dott.ssa Maria Teresa Caselli, biologa nutrizionista, naturopata, autorevole componente del comitato scientifico che supporta l’Associazione regionale “Il mondo delle intolleranze”.

martedì 28 marzo 2017

Una visita da Agugiaro&Figna Molini


L’esperienza testimonia che non esiste un solo tipo di pizza come non esiste un solo metodo garante della qualità, piuttosto ci sono tante piccole e grandi attenzioni che il pizzaiolo è chiamato a preformare, individuando l’equilibrio rispettoso degli obiettivi prefissati. Unica condizione necessaria: il prodotto finale deve risultare goloso, sano e digeribile.



All'appuntamento da Agugiaro&Figna Molini, l’azienda che per prima ha dato attenzione al comparto pizzeria e che dai suoi esordi in questo settore ha fatto propria la passione e la voglia di interrogarsi dei pizzaioli come di tutti gli altri attori dell’arte bianca e dell’alimentazione, c'ero anche io.
Ho incontrato il Presidente Giorgio Agugiaro, l’Ecocentrica Tessa Gelisio, che ogni giorno, attraverso il suo blog, consiglia e ricerca “il sano e il buono” di qualunque aspetto che possa comprendere la vita quotidiana. E cosa c’è di più comune se non andare a mangiare una pizza?
Durante l’incontro Guglielmo Vuolo, Fratelli Vuolo - Casalnuovo Napoli, si è soffermato sulla leggerezza e la vivacità della sua pizza napoletana. Una ricetta che racchiude i propri segreti in una pasta tanto delicata da richiedere massimo rispetto e cura. In aiuto ad una tradizione così importante, la farina Le5Stagioni Pizza Napoletana, di tipo 00, certificata dall’Associazione Verace Pizza Napoletana dei Maestri Pizzaioli più rinomati al mondo.
Marco Mercuro, Mani in Pasta - Ostiense Roma, ha presentato invece i segreti della sua pizza romana in teglia dal gusto ricco e dalla morbidezza croccante. Segreti che si nascondono in un impasto idratato e da una massa che viene lasciata riposare per più di un giorno. Anche in questo caso Le5Stagioni arrivano in aiuto con Semina, semi integrale di tipo due con germe di grano, Farina 00 Superiore e Naturkraft, lievito madre essiccato. 

lunedì 13 marzo 2017

L.ABC della merenda di Parmareggio

L'ABC della merenda è la merenda ideale per i bambini (gustosa e nutriente), ma anche per le loro mamme (completa, equilibrata, pratica).

Ogni tanto vedo la disperazione dello chef Molon ogni qualvolta si ripropone il discorso merenda per i figli. Da buon padre chef cerca di selezionare una merenda che sia quanto più sana - e buona nel contempo - per i bambini. Ed è così che insieme scopriamo il progetto di #Parmareggio.
Nata nel 1983 a Montecavolo di Quattro Castella, tra le colline reggiane, nella zona d’origine del Parmigiano Reggiano, diventando in pochi anni leader mondiale nella produzione e commercializzazione del Parmigiano Reggiano.

lunedì 6 marzo 2017

Cellentani Sgambaro alle acciughe di Cantabrico

Lavorare nel rispetto della natura: la filosofia del Pastificio Sgambaro

Qualche mese fa ho avuto il piacere di andare a Castello di Godego (TV) in visita al Pastificio Sgambaro.
Ho incontrato Pierantonio Sgambaro, terza generazioni di una famiglia che lega la sua storia alla produzione di pasta di grano duro italiano.
La loro è una filosofia green. Sono la prima azienda in Italia a certificare un pacco di pasta fin dall’origine e a ottenere la dicitura "100% Grano Duro Italiano" e "km zero"
"Il nostro impegno è rivolto verso la sostenibilità ambientale" afferma Pierantonio Sgambaro "utilizzando solo fonti di energia rinnovabili e producendo grano duro italiano biologico e a base di farro e kamut, tutti italiani e tutti tracciati"
Le loro linee di produzione sono in grado di rispettare al massimo il valore organolettico e nutritivo del grano.
Per questa ricetta lo chef Carlo Molon ha scelto di usare i Cellentani di grano integrale decorticato.
"La pasta di grano integrale decorticato Sgambaro è ottenuta per macinazione del chicco intero privato della parte corticale più esterna, ricca in cellulosa non digeribile" mi spiegano, quindi lo chef ha scelto di usare una pasta molto più digeribile.

lunedì 27 febbraio 2017

Cevapcici

Storia di ćevapčići


Ho notato che in questi giorni siete andati a cercare la ricetta dei ćevapčići. Ho quindi deciso di riproporvela (con una foto vecchia, ma che rende il senso del buono).

I ćevapčići sono un piatto tipico della cucina dei paesi della penisola balcanica, diffusi anche nelle zone di Trieste e Gorizia ed in alcune zone di Udine e parte dell'Austria.

Sono composti di carne di maiale, manzo, cipolla tritata finemente, pepe e a piacere paprica. Vengono il più delle volte cotti al barbecue, sulla griglia o alla piastra e serviti con cipolla tagliata a dadini o anelli, e una salsa piccante preparata con peperoni rossi macinati, si possono anche infarinare e rosolare in padella.
Leggevo che "secondo quanto riporta Branislav Nušić, i ćevapčići vennero serviti per la prima volta a Belgrado intorno al 1860 nella trattoria "Da Tanasko Rajic" nei pressi del Grande Mercato (oggi Piazza degli Studenti). Il proprietario della trattoria, il padrone Živko (che si suppone abbia avuto origini dalla regione di Leskovac), secondo le parole di Nušić, si era così arricchito che con il guadagno riuscì a costruire una chiesa nella sua regione d'origine."

sabato 25 febbraio 2017

Yoga della Risata

Per ridurre lo stress
RESPIRA
PRENDITI UNA PAUSA
SOGNA
GIOCA
RIDI


Photo Credits Pergo
Ci sono tornata!
L'ho rifatto e questa volta ho coinvolto una mia amica.
Sì, sono tornata a Yoga della Risata da Pergo perché le cose che ti fanno star bene vanno fatte ogni volta che te la senti di farle.
Ci tenevo a raccontarvi la mia seconda volta perché diversa. Diversi sono i sentimenti in gioco e diverse le emozioni e i risultati.
Se l'altra volta ridere mi aveva smosso il valore della famiglia, questa volta è stato il valore dell'amicizia ad uscire nei ricordi e nelle riflessioni. Entrambi valori a cui tengo.
Se l'altra volta mi è rimasta l'adrenalina da risata per due giorni, questa volta mi è rimasta una pace interiore indescrivibile.
Secondo me molto fa lo stato in cui sei al momento della lezione. La prima volta era tutta una scoperta e la motivazione alla partecipazione era la curiosità. Per questo poi mi è rimasta l'adrenalina.
Questa volta invece sono andata carica di stress da lavoro e ciò che cercavo era una bella pausa, talmente bella che dentro di me è rimasta per due giorni.
La mia amica? E' arrivata scettica. Lei ride sempre e non capiva il significato della lezione. E' uscita con una semi crisi esistenziale: in 4 ore ha capito che sì ride tanto, ma solo con chi vuole e quando c'è da ridere. Ma non ride alla vita, ha capito che il suo cammino di pace interiore non è terminato, anzi...è iniziato da Yoga della Risata.
Alla prossima, non so quando, ma ci sarà!

Photo Credits Pergo


martedì 14 febbraio 2017

La Perla di Torino alla Seconda Edizione del Salon Du Chocolat Milano


La Perla di Torino alla Seconda Edizione del Salon Du Chocolat Milano

La Perla di Torino si conferma leader incontrastato del settore dei tartufi di cioccolato artigianali. E’ questa la sintesi più importante della seconda edizione del Salon du Chocolat di Milano a cui la maison torinese ha preso parte. 
A cominciare dall’opening night con il M, passito di Marzemino di cantina San Michele Monte Netto proposto in abbinamento al tartufo 70, proseguendo poi con il connubio Candonga Fragole Top Quality di Zuccarella e crema La Perla EXTREME, fino ad arrivare allo scenografico showcooking in cui Filippo Novelli trasforma il tartufo PISTACCHIO in gelato, La Perla di Torino ha saputo conquistare i visitatori con le sue ricercate prelibatezze. 

lunedì 9 gennaio 2017

Coffing?

Buongiorno!

Oggi parliamo di...COFFING. Cos'è Coffing? Beh, è il piacere di una pausa caffè come si deve. Il momento preferito del mio chef che quando si sveglia dice "Mi fai il cafferino?" che gli genera la giusta carica del risveglio.
A un anno e mezzo dal primo taglio del nastro, Coffing festeggia l’apertura del sesto negozio dedicato a capsule, cialde e macchine da caffè. In questi 18 mesi è stata ampliata notevolmente la gamma di prodotti per andare sempre più in contro alle esigenze della clientela. Tanti, infatti, i marchi noti che si possono trovare negli shop Coffing, ma anche un’importante selezione di compatibili per coprire così i maggiori sistemi in commercio: Lavazza Espresso Point, Lavazza Blue, Lavazza A Modo Mio, Nescafè Dolce Gusto, Illy e Bialetti.
Oltre alle firme più note del mondo delle capsule e delle macchine per la famiglia, si possono trovare anche capsule realizzate da altri brand, la cui scelta è stata dettata dalla volontà di garantire qualità a prezzi decisamente concorrenziali. Nel dettaglio, nei negozi Coffing si trovano capsule compatibili di Caffitaly, Covim, Gimoka, Gran Caffè Garibaldi, Borbone, Meseta, Vergnano. 

giovedì 5 gennaio 2017

Torta senza senza

Buongiorno!

Grande successo per la mia torta incrocio fra una soffice margherita e un castagnaccio.
Forse perché è senza uova, senza zucchero (quando usi la farina di castagne non serve mettere lo zucchero), senza glutine e senza lattosio?
Chissà!
Ho comunque deciso di regalarvi la semplice ricetta (consideratelo il mio regalo da Befana).

Ingredienti:
230 gr di farina di castagne
2 vasetti di yogurt di soya
60 gr di olio di semi
1 bustina di lievito bio 

Procedimento:
Io sono molto veloce e sbrigativa...ho messo tutti gli ingredienti nel robot e li ho amalgamati.
Versare il composto in una tortiera (la mia a forma di cuore) precedentemente oliata e infarinata.
Cuocere 30 minuti circa a 170 ° in forno preriscaldato.

Grazie per l'affetto che mi dimostrare e per la fiducia in cucina =)

Un grande abbraccio a tutti!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...